Polonia, Schulz insulta il governo eletto accusandolo di “colpo di Stato”

schulzIl presidente tedesco del Parlamento europeo Martin Schultz ha definito oggi “drammatica” la situazione in Polonia, paragonandola a un “colpo di Stato”, provocando la reazione rabbia del governo di Varsavia accusato dai suoi detrattori di volere concentrare su di sé tutti i poteri.

“Quello che accade in Polonia ha le caratteristiche di un colpo di Stato ed è drammatico. Parto dal presupposto che ne discuteremo in dettaglio questa settimana al Parlamento europeo, o al più tardi durante la sessione di gennaio”, ha commentato il presidente social-democratico alla radio tedesca Deutschlandfunk.

A che punto siamo arrivati! La “colpa” del neo-governo polacco, democraticamente eletto, sarebbe quella di non volersi piegare alla dittatura europea, di rifiutare l’invasione di migranti e di voler conservare la sovranità nazionale.

Il primo ministro polacco Beata Szydlo da parte sua ha spiegato che Schulz dovrebbe scusarsi con la Polonia. “Questo genere di dichiarazioni – e questa non è la prima volta che le affermazioni del presidente Schulz assumono questo tono e questo carattere – riguardano direttamente la Polonia e gli affari polacchi, e sono inaccettabili per me”, ha insistito Szydlo. “Mi aspetto che Martin Schulz non solo la smetta di fare queste dichiarazioni ma si scusi con la Polonia”.

(font afp)

Condividi

 

One thought on “Polonia, Schulz insulta il governo eletto accusandolo di “colpo di Stato”

Comments are closed.