Mogherini: immigrazione provocata da guerre, povertà e cambiamenti climatici

Ad un anno dal suo insediamento il capo della diplomazia Ue, Federica Mogherini, fa il punto, in un’intervista a Il Sole 24 Ore, sui grandi dossier aperti. Parla dell’emergenza immigrazione e della necessita di avere regoli comuni in Europa, della legge Finanziaria italiana ma anche dei diffiicli rapporti con Mosca.

Sulla crisi migranti l’Alto Rappresentante per la Politica Estera e di Sicurezza è chiaro. “La redistribuzione dei profughi è difficile da un punto di vista organizzativo, ma possibile e necessaria”. Il tutto partendo dal presupposto che il “Principio di Dublino non dà all’Unione gli strumenti per reagire al fenomeno dell’immigrazione, provocato da guerre, povertà e cambiamenti climatici. Nessun Paese può gestire il fenomeno da solo.

La crisi che stiamo vivendo in Europa non è dovuta al numero di rifugiati in arrivo dal Nord Africa o dal Vicino Oriente, ma alla mancanza di strumenti comunitari“. mette quindi in guardia dal pericolo di una disintegrazione dell’Europa: “Lo scollamento tra fenomeno europeo e strumenti nazionali è grave. La crisi peggiorerà con reazioni a catena delle pubbliche opinioni e dei governi nazionali, se non ci doteremo di strumenti all’altezza. Senza questi, c’è il rischio della disintegrazione”.

 

Germania: gli afghani saranno rimpatriati, vadano a ricostruire il loro paese

molti appartengono al ceto medio e riteniamo che debbano rientrare in patria per partecipare alla ricostruzione del loro paese



   

 

 

1 Commento per “Mogherini: immigrazione provocata da guerre, povertà e cambiamenti climatici”

  1. Frasi fatte, scialbe, inutili come “non ci sono piu le mezze stagioni”.
    Una bocca parlante inutile, ma costosissima, come tutto il baraccone europeo!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -