Capestro degli usurai UE per Tsipras “Aiuti se fa campagna per il si'”

Nella proposta per un accordo dell’ultimo minuto presentata ad Atene la scorsa notte, il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker ha chiesto che il governo greco faccia campagna per il “si'” al referendum. In cambio accetta di discutere il tema di una riduzione del debito e ripropone lo schema di accordo proposto sabato scorso dalle istituzioni. Bruxelles non ha ancora ricevuto una risposta da Atene sulla proposta

“Il programma di aiuti alla Grecia scadra’ stanotte a mezzanotte – ha ricordato il portavoce Margaritis Schinas – e come ha detto ieri il presidente Juncker le porte rimangono aperte ma il tempo per un accordo sta finendo. La Grecia fa parte della famiglia europea e vogliamo che la famiglia rimanga unita, come ha detto il presidente.

Posso confermare che la notte scorsa Tsipras ha chiamato Juncker il quale, dopo aver parlato con il presidente dell’Eurogruppo Dijsselbloem, gli ha spiegato come potrebbe essere un accordo dell’ultimo minuto. Ora si aspetta una mossa della Grecia che non e’ ancora stata fatta, ma il tempo sta passando”. I parametri dell’accordo “last minute” si basano sulla proposta delle istituzioni di venerdi’ scorso, a cui si aggiunge una disponibilita’ a trattare il tema del debito in cambio di un impegno del governo Tsipras a sostenere il “si'” al referendum di domenica prossima. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -