L’Italia ha regalato alla UE 30 miliardi di euro in 6 anni

euro-troika

 

Soldi europei, l’Italia versa all’Ue molto più di quanto riceve. L’Italia versa a Bruxelles molto più di quanto riceve. Secondo i dati diffusi dalla Cgia di Mestre, come contributo finanziario netto allo sviluppo, l’Italia ha dato nel periodo 2007-2013, ben 109,7 miliardi di euro e ne ha ricevuti, attraverso i programmi comunitari, solo 71,8.

“Nel rapporto dare/avere con l’Unione europea – ha spiegato il segretario della Cgia di Mestre Giuseppe Bortolussi – in questo settennato abbiamo registrato un saldo negativo di 37,8 miliardi di euro. Dopo la Germania, il Regno Unito e la Francia, siamo il quarto contribuente netto a garantire l’azione dell’Unione”.

A RISCHIO 12 MILIARDI MAI SPESI – Non solo. Un ulteriore paradosso è che, a causa del patto di stabilità, l’Italia non riesce a spendere i soldi in arrivo dall’Ue. Secondo la Cgia di qui a fine anno dovranno essere spesi 12 miliardi altrimenti andranno persi. L’Italia ha utilizzato 35,4 miliardi di euro dei 47,3 messi a disposizione dai Fondi strutturali.

Scrive il tempo Per il governo quindi è una corsa contro il tempo. Per non perdere 12 miliardi di fondi europei e nazionali dovremo spenderli e rendicontarli entro la fine del 2015, scadenza che difficilmente l’Ue prorogherà.

Il segretario della Cgia Giuseppe Bortolussi spiega che “siccome nel 2013 abbiamo rendicontato 5,7 miliardi e nel 2014 attorno ai 7,5, appare difficile che nei pochi mesi che rimangono alla fine di quest’anno riusciremo a spendere e a contabilizzare tutta questa dozzina di miliardi”.

E poi ci sono gli sprechi che hanno reso i burocrati di Bruxelles particolarmente attenti nell’approvare i progetti italiani.

I soldi si perdono in mille rivoli e spesso inseriti nel capitolo delle “iniziative a sostegno della cultura locale” vanno a finanziare numerose sagre. Alcuni esempi: i 70mila euro spesi per l’Afrakà rock festival di Afragola e i 500mila per il concorso ippico internazionale di Caserta.

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -