La UE ha speso 700mila euro per diplomare 120 agricoltori libanesi e siriani

euro

 

Centoventi studenti libanesi e siriani hanno ricevuto i diplomi al termine del primo corso per lavoratori dell’agricoltura in sette distretti del Libano, finanziato dall’Unione europea con 700.000 euro e realizzato dalla Fondazione Avsi. L’iniziativa si e’ svolta da settembre a novembre nelle sette scuole professionali del ministero dell’Agricoltura nel Paese.

In precedenza gli insegnanti erano stati formati attraverso un programma seguito fin da maggio da Anna Zottola, direttrice della scuola tecnica della Fondazione Minoprio.

La manager del progetto per la Fondazione Avsi, Marina Molino Lova, ha sottolineato come il sostegno della Ue sia stato fondamentale per il miglioramento delle strutture delle scuole interessate, dalla realizzazione di tunnel a quello di serre, oltre all’arruolamento di 35 insegnanti che hanno avuto la possibilita’ di migliorare le loro conoscenze e trasferirle agli studenti.

La responsabile della delegazione della Ue in Libano, Angelina Eichhorst, che ha partecipato alla cerimonia della consegna dei diplomi insieme con il ministro dell’Agricoltura, Akram Shehayeb, ha ricordato che l’iniziativa fa parte della “risposta dell’Unione alle conseguenze in Libano della guerra siriana”.

Dal 2012 – ha aggiunto la Eichhorst – la Ue da sola ha stanziato quasi 450 milioni di euro per gli aiuti al Libano, e i Paesi membri hanno messo a disposizione una simile cifra”.

(ANSAmed).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -