Terrorismo, jihadisti europei in continuo aumento

jihadisti-francia

 

7 dic – “Il flusso dei foreign fighters” verso Siria e Iraq “non si arresta” è in “crescita costante”, così il coordinatore anti-terrorismo europeo Gilles De Kerchove al suo ingresso al Consiglio Affari interni Ue.

Come Europa “dobbiamo muoverci un po’ più velocemente – afferma – ed essere più ambiziosi nella nostra risposta”.

“Molto dipende dal nostro dialogo con la piattaforma Internet, dal controllo dei documenti alle frontiere sulla base dell’analisi del rischio, da un maggiore impiego di Europol e Eurojust – spiega De Kerchove – ed un impegno rafforzato nei confronti dei Paesi mediterranei, a partire dall’Egitto, ma anche Tunisia, Marocco, Giordania che hanno bisogno di sostegno”.

Inoltre, evidenzia il coordinatore, “un recente studio dell’Università di Milano dimostra che il fenomeno dei ‘foreign fighters’ è molto presente in Ue, sugli account di Twitter, FaceBook e Google”.

D’altra parte, aggiunge, “sulle risposte alla minaccia dell’Isis e a quella dei foreign fighters. Le istituzioni europee, dalla presidenza alla Commissione, al Consiglio, al Servizio di azione esterna, hanno lavorato molto e siamo sulla buona strada”.

“Stiamo andando avanti su una strategia di contrasto al terrorismo internazionale e sta raccogliendo molte adesioni la proposta italiana di costruire delle squadre multinazionali, ad hoc, con punti di contatto che si occupano di terrorismo in ciascun Paese che possono tra di loro collaborare e parlare per una maggiore fluidità delle informazioni”, così il ministro Angelino Alfano, al suo ingresso al consiglio Affari interni Ue, che presiede.

“Inoltre – aggiunge – investiremo ulteriormente nel negoziato col Parlamento Ue per portare a compimento la direttiva sulla registrazione dei dati dei passeggeri (Pnr). Stiamo cercando un punto di equilibrio molto delicato tra protezione dei dati personali e sicurezza”. (ANSA).



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -