Ucraina: nuovo governo con i ministri scelti da Soros. La Mogherini che dice?

soros-mogherini

 

3 dic – Il Parlamento di Kiev ha approvato la nomina di tre cittadini stranieri, un’americana, un georgiano e un lituano, nel nuovo governo del Paese.

Il presidente ucraino Petro Poroshenko aveva in precedenza dichiarato di aver concesso la cittadinanza ucraina a tre cittadini stranieri affinché potessero ricoprire incarichi ministeriali.

“Ho firmato un decreto per concedere la cittadinanza ucraina a tre professionisti stranieri”, aveva confermato il presidente attraverso il suo profilo Twitter ufficiale.

Da Soros 82mila dollari per insediare professionisti stranieri al governo ucraino

Ieri, il leader del Partito Radicale ucraino, Oleh Lyashko, aveva scritto sulla sua pagina Facebook che il Blocco di Petro Poroshenko aveva indicato tre cittadini stranieri per fare parte del Gabinetto del paese. Secondo Lyashko, Alexander Kvitashvili della Georgia sarebbe diventato il ministro della Salute, l’americana Natalia Yaresko sarebbe diventata ministro delle Finanze e Aivaras Abromavicus, un banchiere lituano, ministro dello Sviluppo Economico.

Le sue previsioni sono state confermate dai deputati ucraini che hanno votato la fiducia al nuovo governo di Arseniy Yatsenyuk. Il 1° dicembre, l’emittente televisiva georgiana Rustavi2 ha riportato che all’ex presidente Mikheil Saakashvili era stato offerto il posto di vice primo ministro dell’Ucraina ma ha rifiutato. antiplomatico

Ora aspettiamo (inutilmente) qualche reazione della Mogherini, la signora del Pd scelta e pagata per far finta di ricoprire il ruolo di lady pesc



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -