La UE finanzia cultura e sviluppo della società palestinese

euro-butt28  magg – Identificare le aree d’azione prioritarie e abbozzare i relativi piani d’azione: questo l’obiettivo delle prime riunioni del programma europeo “Med Culture” insieme alle autorità palestinesi a Ramallah e con i professionisti del mondo della cultura al Bethlehem Peace Centre.

“La scena culturale palestinese è ricca e varia” ha detto Olga Gibert Baus, caposezione affari sociali, società civile e ong presso la delegazione Ue in Cisgiordania e a Gaza. “L’Unione europea negli anni scorsi ha sostenuto diverse iniziative e progetti culturali palestinesi – ha spiegato Gibert Baus – dal momento che riteniamo la cultura un valore aggiunto dal punto di vista sociale, economico e politico”. Grazie al nuovo programma europeo “lavoreremo con il ministero della cultura palestinese per sviluppare politiche culturali all’altezza delle sfide, permettendo alla cultura di crescere al di là della questione identitaria, a beneficio della crescita e dello sviluppo della società palestinese” ha concluso la rappresentante Ue.

Med Culture è un programma regionale finanziato dall’Unione europea partito a febbraio di quest’anno con lo scopo di aprire la strada alla creazione di contesti istituzionali e sociali che facciano della cultura un volano di libertà di espressione e sviluppo sostenibile. L’azione del programma mira a rafforzare nei Paesi partner del Sud del Mediterraneo le capacità del settore culturale, sia pubblico che privato, in quanto promotore del processo di democratizzazione e di sviluppo sociale ed economico. (ANSAmed)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -