UE: stanziati 5 mln di euro per la dieta mediterranea

euro-butt13 SET – Valorizzare la dieta mediterranea, riconosciuta nel 2010 come patrimonio dell’umanità dall’Unesco. E’ questo il filo rosso del progetto MedDiet finanziato nell’ambito del programma europeo di cooperazione CBC Med di Enpi, che vede cinque regioni italiane (Sardegna, Campania, Liguria, Toscana e Puglia) in prima linea con una serie di eventi in pista fra settembre e dicembre.

Il progetto, finanziato dalla Commissione europea con circa cinque milioni di euro, oltre all’Italia coinvolge anche Spagna, Tunisia, Grecia, Egitto e Libano. MedDiet vede capofila l’Unione italiana delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura (Unioncamere), con i partner CSI (Centro Servizi per le imprese) della Camera di commercio di Cagliari, il Forum delle Camere di commercio dell’Adriatico e dello Ionio e Associazione nazionale Città dell’Olio, con l’obiettivo di creare occasioni di confronto e di approfondimento tra consumatori, operatori del settore e semplici appassionati.

Piazze reali o virtuali, dove condividere i principi dello ”stile di vita” mediterraneo, ovvero l’insieme delle competenze, conoscenze, pratiche e tradizioni che vanno dal paesaggio alla tavola. ”Il progetto MedDiet – sottolinea il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello – combina i principi e i valori della dieta mediterranea con i prodotti del territorio”, quindi ”può dare ulteriore valorizzazione alle nostre migliori produzioni di qualità e dare un importante contributo al rilancio dei nostri sistemi economici locali”. ”Crediamo nella necessità di convincere i consumatori, le istituzioni, le imprese, e soprattutto i giovani, del valore della dieta mediterranea e dell’olio extravergine d’oliva quale ingrediente fondamentale” aggiunge Enrico Lupi, presidente dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio.

Si parte da Cagliari in Sardegna il 28-29 settembre con il ‘MedDiet Camp’, un campus formativo e informativo allestito nel Parco Molentargius, che ospiterà 50 foodblogger provenienti da tutta Italia a cui saranno dedicati laboratori condotti da chef internazionali provenienti da Libano, Egitto e Tunisia, workshop di fotografia e scrittura applicata al food e di cultura alimentare mediterranea.

Nel weekend del 25-26 ottobre ci si sposterà invece in Campania, dove sono previsti convegni sul tema della dieta mediterranea, ma anche degustazioni e mercatini dei prodotti tipici locali a Napoli e a Pollica nel Cilento. Il 16 novembre si risale lo stivale facendo tappa in Liguria ad Imperia, dove presso l’Auditorium della Camera di Commercio si terrà la III edizione del Forum sulla Dieta Mediterranea.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -