Cardinale Rai: attentati alle moschee sono crimine contro Dio e umanita’

Rai

26 ago – Il Patriarca maronita del Libano, card. Bechara Rai ha stigmatizzato come ”un crimine contro Dio, contro l’umanita’, contro il Libano” gli attentati alle moschee di Tripoli e quella a Roueiss, nella banlieue sud della capitale. Nell’omelia tenuta ieri a Dimane, la residenza estiva del patriarca, riferisce l’agenzia AsiaNews, egli ha espresso solidarieta’ e preghiere alle vittime e alle famiglie delle due regioni, invocando l’unita’ nazionale, esortando i capi politici a far uscire il Paese dall’empasse. Da mesi il Libano non ha un governo, per gli ostacoli e le richieste che gli Hezbollah pongono sul tavolo e per le diverse posizioni dei partiti sulla situazione siriana.

Puntando il dito verso la classe politica, egli ha detto: ”Di fronte alla mostruosita’ che ha toccato il Libano, dal sud di Beirut fino al cuore del Nord, gli uomini al potere e le parti in conflitto che rifiutano di sedersi al tavolo del dialogo, che bloccano la formazione di un nuovo governo, paralizzano il parlamento e sospendono la vita pubblica, devono prendere coscienza che sono essi i responsabili del caos sulla sicurezza, della proliferazione delle armi illegali, delle auto-bomba itineranti, delle esplosioni e del sangue dei martiri innocenti”. ”La loro pesante responsabilita’ davanti a queste catastrofi nazionali – ha aggiunto il card. Rai – impone loro il dovere di far uscire il Paese dalle coordinate del conflitto confessionale regionale, liberandolo dalle direttive straniere e separandolo dagli sviluppi siriani”



   

 

 

2 Commenti per “Cardinale Rai: attentati alle moschee sono crimine contro Dio e umanita’”

  1. Spero che lo stesso concetto valga per le Chiese cristiane!

  2. Normale credo parla così di una religione ostile figuriamoci della sua,

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -