La UE dona 600mila euro a Gaza per la salute mentale

Condividi

 

euro-buttBRUXELLES, 25 FEB – Migliorare la formazione dello staff medico e delle comunita’ locali a Gaza, per fronteggiare i problemi di salute mentale: questo l’obiettivo della donazione Ue di quasi 600mila euro, che coinvolge gli International Medical Corps e quattro organizzazioni palestinesi.

Secondo quanto riferisce il sito web Enpi (www.enpi-info.eu), il programma di ‘Auto-aiuto – auto-guarigione’ e’ stato pensato per quelle popolazioni che vivono in condizioni di conflitto prolungato e dara’ ai cittadini di Gaza gli strumenti per prendersi cura da soli della propria salute mentale e di quella della famiglia. Il programma raggiungera’ oltre 2.300 persone attraverso i centri delle comunita’ nella Striscia di Gaza e oltre 230 professionisti del settore sanitario riceveranno un training ad hoc.

”Grazie a questa nuova donazione – afferma John Gatt-Rutter, rappresentante Ue in Cisgiordania e a Gaza – saremo in grado di promuovere metodi piu’ efficaci per affrontare i gravi stress emotivi e mentali della popolazione di Gaza”.

Studi hanno mostrato che le condizioni di vita nella Striscia – come una limitata liberta’ di movimento, accesso ridotto a istruzione e assistenza sanitaria, poverta’ e disoccupazione – possono generare stress e isolamento. Secondo l’Onu, i traumi psicologi e lo stress post traumatico a Gaza sono aumentati notevolmente dopo l’escalation della violenza lo scorso novembre. Formando i genitori e chi fornisce assistenza, ma anche creando diversi gruppi di sostegno, l’Ue e gli International Medical Corps aiuteranno le famiglie a gestire i problemi di salute mentale che derivano dalle difficili condizioni di vita nella Striscia di Gaza. (ANSAmed)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -