Aborto, Bonino contro obiettori di coscienza: sono loro il problema

Emma Bonino (che non è medico) mentre pratica un aborto

21 giu – Emma Bonino si dice “contenta della sentenza” di ieri della corte costituzionale sull’aborto “ma non avevo paura”. “La 194 è una buona legge – ha spiegato – che rispetta la costituzione, le donne e che ha aiutato a cancellare migliaia di aborti, a evitare il ripetersi di tragedie nascoste”. Secondo la leader radicale, intervistata da Repubblica, il problema non è l’attacco alla norma, ma “lo svuotamento di senso nascosto con l’obiezione di coscienza“.

Per Bonino, infatti, la legge “in molte regioni è come se non ci fosse perché troppi medici sono obiettori e spesso non per motivi ideologici o di fede, ma per far carriera: perché, se fai gli aborti, primario rischi di non diventarlo mai”. Ormai, ha concluso Bonino, “obiettano tutti, anche chi come i farmacisti non ne ha il diritto, e spesso per comodità”. tmnews



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -