Gheddafi: ”Illegittima un’altra forma di governo”

Condividi

 

Il leader libico Muammar Gheddafi ha definito “una farsa” gli avvenimenti in corso in Libia ed ha rivolto un appello ai libici a non credere “al cambiamento di regime”, in un messaggio audio diffuso oggi. “In Libia l’unico potere legittimo è quello dei comitati popolari, qualsiasi altra forma di governo è illegale”.

“Tutto quanto è accaduto in Libia è legato ai raid aerei della Nato che non dureranno. Sarà difficile per loro fare fuori il mio regime che rappresenta milioni di persone”, ha affermato la voce che viene attribuita a Gheddafi. A proposito di quanto sta avvenendo a Sirte e Bani Walid, città ancora fedele al colonnello, Gheddafi ha affermato che “le tribù libiche stanno rispondendo agli agenti della Nato”.

Intanto, i ribelli libici si sono ritirati questa mattina dall’area urbana di Bani Walid mentre sono riusciti ad avanzare fino al centro di Sebha, nel sud della Libia. Secondo quanto riferisce l’edizione online del quotidiano egiziano ‘al-Masri al-Youm’, le vetture blindate e i soldati del Cnt libico dopo i violenti scontri di ieri si sono ritirati questa mattina da Bani Walid fermandosi a sei chilometri di distanza dalla città. L’inviato della tv ‘al-Jazeera’ sostiene invece che a Sebha il Consiglio nazionale transitorio è riuscito a prendere il controllo di buona parte della città.

Secondo una fonte libica citata dal quotidiano arabo ‘al-Sharq al-Awsat il rais sarebbe nascosto proprio a Sebha, 750 chilometri a sud di Tripoli. “Gheddafi si trova ancora in Libia, non è fuggito – si legge – diversi testimoni lo hanno visto e riconosciuto nei giorni scorsi per le vie di Sebha”.

Alcuni testimoni lo hanno riferito subito ai responsabili del Cnt libico tramite l’ambasciata del Cairo, che a suo volta ha informato i capi dei ribelli a Bengasi. A confermare la notizia è infatti il rappresentante del Cnt presso la sede della Lega Araba, Abdel Muniam al-Hawni, secondo il quale “non ci sono dubbi che si tratti di una notizia vera, perché i testimoni che hanno dato l’allarme non avrebbero interessi a dire il falso”.

adnkronos

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -