Hong Kong: cardinale Zen condannato per aiuto a proteste pro democrazia

cardinale Zen

Hong Kong, 25 nov. (Adnkronos) – L’ex vescovo novantenne e critico esplicito del Partito Comunista al potere in Cina è stato dichiarato colpevole per il suo ruolo in un fondo di soccorso per le proteste a favore della democrazia di Hong Kong nel 2019. Per il tribunale che li ha giudicati, il cardinale Joseph Zen e altri cinque, tra cui la cantante di Cantopop Denise Ho, hanno violato l’ordinanza sulle società omettendo di registrare il 612 Humanitarian Relief Fund che è stato in parte utilizzato per pagare le spese legali e mediche dei manifestanti.

La sentenza arriva mentre a Hong Kong è in corso un giro di vite contro il movimento pro-democrazia e in un momento delicato per il Vaticano, che si prepara a rinnovare un controverso accordo con Pechino sulla nomina dei vescovi in ??Cina, Secondo la corte il fondo avrebbe raccolto l’equivalente di 34,4 milioni di dollari attraverso 100.000 depositi e, oltre a fornire aiuti finanziari ai manifestanti, è stato utilizzato anche per sponsorizzare manifestazioni a favore della democrazia, così come il pagamento di apparecchiature audio utilizzate nel 2019 durante le proteste di piazza per resistere alla stretta di Pechino.

 

Articoli recenti