‘Generazione meticcia’, studenti insultano Meloni a Milano

studenti MIlano

Milano, studenti intonano cori di insulti contro Meloni, La Russa, Fontana
Oggi, venerdì 18 novembre, a Milano va in scena il “No Meloni day”, la manifestazione indetta dai collettivi studenteschi per protestare contro il neonato esecutivo guidato dalla premier Giorgia Meloni. Il ritrovo alle 9.30 in largo Cairoli, prima del corteo per le vie del centro città. Nel mirino dei manifestanti gli scarsi fondi destinati all’Istruzione e l’alternanza scuola lavoro, che ha già fatto tre vittime. Oltre, chiaramente, alle idee del nuovo governo, considerate “neofasciste” dai giovani.

Dopo l’avvio del corteo, è partita una protesta contro la sede dell’Enel in via Broletto, presa di mira con la vernice.

Martedì sera, proprio in vista della protesta, le ragazze e i ragazzi del coordinamento dei collettivi studenteschi avevano improvvisato una occupazione lampo nella sede di Assolombarda, in via Pantano. I giovani, vestiti con tute bianche sporche di sangue, avevano lasciato dei caschi gialli a terra – con accanto macchie di vernice – e avevano esposto lo striscione “governi e Confindustria ci avete rubato il futuro”, accompagnato dai cartelli “parlate di sicurezza e noi continuiamo a morire a scuola” e “Lorenzo, Giuliano e Giuseppe, omicidi di Stato”, in riferimento ai tre ragazzi morti in incidenti in fabbrica proprio durante l’alternanza.

Per permettere lo svolgimento della manifestazione Atm ha già fatto sapere che le linee di tram 1, 2, 3, 4, 12, 14, 15, 16, 19, 24 e 27 e le linee di bus 50, 54, 57, 58, 60, 61, 65, 67, 68, 73, 84 e 94 saranno deviate.  www.milanotoday.it

 

Articoli recenti