Migranti, Senaldi fa a pezzi la sinistra: “Connivente con gli scafisti”

senaldi zan

Il condirettore di Libero Pietro Senaldi commenta la tratta di esseri umani: “Adesso che i migranti sono tutti in salvo possiamo rispondere alla sinistra che ha accusato il governo di ogni nefandezza: questi naufraghi sono tutti bengalesi, naufraghi molto strani. Prima di essere al largo della Sicilia hanno preso un aereo intercontinentale, pagato anche 6mila euro, hanno preso un pullman per la Libia dove vengono messi in carcere, picchiati, derubati, umiliati, le donne stuprate, e da lì hanno aspettato i barconi. Appena salpati, gli scafisti chiamano la guardia costiera italiana o le ong, che prendono i clandestini e li portano in Italia.

Sono viaggi organizzati da cartelli criminali: sappiamo che il traffico di esseri umani, dopo la droga e delle armi, è il terzo business illegale mondiale. Bisogna smetterla di pensare che sia normale che uno dal Bangladesh arrivi a naufragare in Italia: non possiamo concentrarci sono sull’ultimo tratto del viaggio. Dobbiamo agire perché non si arrivi all’ultimo tratto, è troppo facile dire che dobbiamo salvarli. Cercare di non interrompere questo meccanismo è connivenza con le organizzazioni criminali che trafficano esseri umani”.  liberoquotidiano.it

 

Articoli recenti