Berlusconi: pericolo Cina, serve Difesa comune europea

Berlusconi

“Oggi c’è un Paese, la Repubblica cinese, che ha sposato l’antico espansionismo dell’Impero cinese con l’attuale globalismo comunista e che costituisce per tutti noi una sfida pericolosa sul piano economico, politico e militare. E allora? Allora dobbiamo coordinare tutte le forze militari di tutti i Paesi europei e dobbiamo darci una politica estera comune”.

Lo ha affermato Silvio Berlusconi nella sua “pilllola” quotidiana. “L’Europa se vuole essere in grado di difendersi da eventuali attacchi futuri deve diventare una potenza militare di livello mondiale. Noi, il nostro governo, lavoreremo a Bruxelles per arrivare a questo risultato”, ha aggiunto.

LEGGI ANCHE
Scholz: la Germania avrà la forza armata meglio equipaggiata d’Europa, in quanto nazione più potente economicamente e al centro del Continente

“La nostra presenza nel governo è garanzia assoluta che il governo sarà liberale, cristiano, europeista e atlantista”. Lo ha detto Silvio Berlusconi. “Se questi signori, i nostri alleati, di cui ho fiducia e rispetto – ha sottolineato il leader di Forza Italia – dovessero partire per direzioni diverse noi non staremmo nel governo”.

E su Giorgia Meloni che ha detto all’Europa che “è finita la pacchia”, precisa: “Non sto a commentare le espressioni della signora Meloni, dico che noi saremo parte importante di quello che fara’ l’Europa come componenti essenziali della grande famiglia del Ppe. In italia siamo la garanzia di questo tipo”. tgcom24.mediaset.it

Condividi

 

Articoli recenti