Vaccino Covid, Ema: “Ok richiamo J&J dopo almeno due mesi”

richiamo J&J

L’Agenzia europea del farmaco (Ema) ha concluso che la dose di richiamo del vaccino Janssen (Johnson&Johnson) può essere presa in considerazione almeno 2 mesi dopo la prima dose per le persone con età superiore a 18 anni. Il richiamo J&J, secondo Ema, può essere considerato anche come terza dose per chi si è sottoposto a Pfizer o Moderna.

La raccomandazione dell’Agenzia europea per i medicinali si basa sui dati che mostrano che una dose di richiamo del vaccino Janssen somministrata almeno 2 mesi dopo la prima dose negli adulti ha portato a un aumento degli anticorpi contro Sars-CoV-2 (il virus che causa il Covid-19). “Il rischio di trombosi in combinazione con trombocitopenia (Tts) o altri effetti collaterali molto rari dopo un richiamo non è noto e viene attentamente monitorato”, spiega l’Ema in una nota.

Richiamo J&J, mix di vaccini

Il Chmp (Committee for Medicinal Products for Human Use) ha inoltre concluso che una dose di richiamo con il vaccino Covid-19 Janssen può essere somministrata dopo due dosi di uno dei vaccini mRna autorizzati nell’Ue, Comirnaty (di Pfizer/BioNTech) o Spikevax (di Moderna).  www.repubblica.it

Condividi