Nigeriano armato di ascia terrorizza Santhià e ferisce il maresciallo

carabinieri nigeriano armato di ascia

Vercelli – Un 25 enne nigeriano ha seminato paura e danni vicino alla stazione con un’ascia, gridando e colpendo edifici e panchine, ha pure ferito in modo per fortuna lieve il maresciallo Lobrano, accorso con i suoi carabinieri per fermare l’esagitato. Operazione per la quale è stato necessario anche l’intervento in appoggio dei carabinieri della Stazione di Buronzo. Alla fine l’uomo è stato disarmato e arrestato per danneggiamento aggravato, resistenza e lesioni aggravate e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

Armato di ascia per le vie del centro

Verso le 20 di ieri, venerdì 3 dicembre 2021, alla Centrale Operativa sono giunte diverse segnalazioni di cittadini di Santhià preoccupati per la presenza di un giovane extracomunitario che girava per le vie del centro armato di ascia.

Il Comandante della stazione di Santhià, Luogotenente Salvatore Lobrano, una volta giunto sul posto, aveva instaurato un dialogo con l’esagitato e riusciva per un istante a convincerlo a posare a terra l’arma. Cosa che è avvenuta, ma poi, con l’avvicinarsi di altri militari il giovane ha ripreso in mano l’ascia e , nelle fasi dell’azione per disarmarlo, il Luogotenente Lobrano, ha riportato la ferita al dito che gli è stato poi medicato al Pronto Soccorso. E’ seguito l’arresto.  primavercelli.it/cronaca

Condividi