Roma, proteste contro Virginia Raggi. Raccordo anulare bloccato

Proteste contro Virginia Raggi

Proteste contro Virginia Raggi a Roma: li ambulanti hanno bloccato il Grande raccordo anulare  per protestare contro lo stop alla proroga delle licenze. Il blocco è avvenuto all’altezza di Ciampino, con le pattuglie dei vigili urbani che stanno cercando di agevolare la mobilità nelle vie limitrofe. “Protestiamo contro i bandi che la sindaca di Roma vuole realizzare a Roma – dice uno dei manifestanti – 18 mila concessioni sono a rischio e 12 mila manifestano oggi con i furgoni”. Un presidio dei manifestanti è presente anche in piazza della Repubblica, nel centro della città.

Proteste contro Virginia Raggi, “Questo è l’inizio. Roma è bloccata”, urla un manifestante nel corso di un video girato durante la protesta, che è scattata alle uscite 22 e 23 del Grande Raccordo Anulare di Roma. Quella di oggi si preannuncia una giornata di fuoco per la mobilità della Capitale.

Roma, Raggi: “Mi ricandido, la città ha bisogno di una guida sicura”

La motivazione delle proteste contro Virginia Raggi

è conseguente alla decisione della sindaca che, nei mesi scorsi, ha dato mandato agli uffici del Campidoglio per disapplicare la normativa nazionale che impone la proroga delle licenze agli esercenti fino al 2032, sulla base di un parere dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Una scelta che ha provocato le proteste degli ambulanti, già scesi in piazza a piazza Venezia. Spaccature nella maggioranza che ha votato con le opposizioni una mozione per chiedere di applicare la normativa nazionale, con Marcello De Vito, presidente M5s dell’assemblea capitolina capofila della protesta.  AGENPRESS

Condividi