Inseguito da un uomo con accetta. Muore 16enne

inseguito 16enne ambulanza

Inseguito da un uomo con l’accetta. Muore d’infarto e paura un sedicenne. Una giornata al parco con gli amici si trasforma in tagedia per un ragazzino di 16 anni. “Stava scappando da un uomo che li inseguiva con un’accetta”.

A dirlo – si legge su Repubblica – è Daniela, mamma di Riccardo, 16 anni, stroncato lo scorso venerdì da un malore al parco della Madonnetta di Acilia, periferia Sud di Roma, tra il centro e il mare di Ostia. Dalle prime ricostruzioni, l’improvvisa morte del ragazzo potrebbe essere a causa di un arresto cardiaco fulminante. A dirlo con certezza sarà solo il referto dell’autopsia, disposta nella giornata di ieri. “Mio figlio è morto mentre stava scappando da un uomo che lo inseguiva con l’accetta”.

Secondo il racconto degli amici e della mamma di Riccardo, – prosegue Repubblica, l’uomo è sbucato all’improvviso dalla struttura fatiscente e li ha inseguiti con un’accetta. Spaventati, arrivano al cancello, lo superano e a distanza di sicurezza si fermano sul marciapiede, ormai fuori dal parco. Una corsa di neanche 500 metri, ma Riccardo si accascia a terra. E non si rialza più.

«I suoi amici mi hanno subito telefonato – prosegue Daniela, che si trova davanti alla struttura fatiscente nel parco – mi hanno detto che era caduto e sembrava che non respirasse ». La voce le si strozza in gola. «Quando sono arrivata lì c’era già l’ambulanza, ma per Riccardo non c’era più niente da fare.  www.affaritaliani.it

Condividi