Vertice, M5s: fuga di notizie | Rabbia di Grillo: “Si deve tacere”

grillo

Il vertice grillino a Marina di Bibbona, nella casa del garante M5S Beppe Grillo, rischia ora di saltare, a causa della rabbia del fondatore del Movimento

Doveva essere un summit per decidere il futuro del Movimento, a cui avrebbe preso parte, con ogni probabilità, anche il premier Giuseppe Conte oltre allo stato maggiore dei 5 Stelle, da Luigi Di Maio a Roberto Fico, passando per il capo politico reggente Vito Crimi e altri volti noti del Movimento. Ma il vertice grillino a Marina di Bibbona, nella casa del garante M5S Beppe Grillo, a quanto apprende l’Adnkronos rischia ora di saltare, a causa della rabbia del fondatore del Movimento, che alcuni beninformati descrivono su tutte le furie per la fuga di notizie.

L’idea dei cronisti assiepati fuori dai cancelli, le telecamere e i fotografi su mezzi di fortuna per avere qualche scatto lo stanno facendo desistere. Il vertice potrebbe essere rinviato e, soprattutto, tenersi qualche giorno più in là per essere ‘silenziato’.

Ieri sera, durante la trasmissione televisiva di La7 Piazza Pulita, in un dibattito con l’ex portavoce del premier Rocco Casalino, è uscita questa indiscrezione. A domanda precisa Casalino ha risposto di “Non essere in grado di confermare” la notizia di un vertice a Bibbona con Giuseppe Conte.

Qualche ora fa Grillo ha fatto trapelare il proprio fastidio e ha scritto su Twitter che “Di ciò di cui non si può parlare si deve tacere (Ludwig Wittgenstein)”. E’ probabile che la frase del Garante del M5s si riferisca proprio alla fuga di notizie sul vertice di Marina di Bibbona.

https://www.affaritaliani.it

Condividi