Gianna Nannini, nel video poliziotti come maiali. Rivolta delle divise

di Riccardo Angelini – Il video di Gianna Nannini che accompagna la sua ultima canzone, “L’aria sta finendo“, fa insorgere poliziotti e sindacati di rappresentanza.
Il Sap contro Gianna Nannini: sembra un video dei centri sociali – “Quando ieri sera ho visto il videoclip della Nannini – racconta il segretario del Sap Stefano Paoloni – ho perfino pensato fosse un fake. Magari realizzato in ambienti antagonisti. Mi vergogno per lei mi spiace che abbia voluto rappresentare in questo modo gli appartenenti alle forze dell’ordine”. I poliziotti vengono più volte rappresentati con le sembianze di maiali.

“Rispetto la libertà di pensiero, però sono anni che invochiamo trasparenza proprio in questo senso. Anche attraverso le telecamere – aggiunge il sindacalista – Avremmo preferito un sostegno in questa direzione, piuttosto che immagini molto discutibili, se non al limite dell’offensivo”, conclude Paoloni.
Il video istiga all’odio sociale

Domenico Pianese (Coisp) commenta: “Alcune delle immagini contenute nel videoclip sono inaccettabili, ingiuriose, violente e istigano all’odio sociale”.

“Rappresentando gli agenti di Polizia con il viso da suino e facendo loro commettere azioni violente, non si getta discredito solo sulla divisa e su chi la indossa ogni giorno mettendo a rischio la sua stessa vita per il bene della collettività – afferma il sindacalista – ma si discreditano anche le istituzioni democratiche che le Forze dell’Ordine rappresentano e difendono”.
Si alimenta l’odio contro uomini e donne in divisa

“Sembra quasi – conclude Pianese – che la cantante abbia voluto stigmatizzare l’operato degli agenti durante i disordini degli ultimi mesi legati alla pandemia di Coronavirus. E rappresentarli come dei maiali non fa altro che alimentare l’odio nei confronti di tutte quelle donne e quegli uomini in divisa che hanno solo fatto il proprio dovere evitando il propagarsi della linea di contagio. Ideologia, qualunquismo e populismo non sono il rimedio contro i mali del secolo, semmai ne sono la matrice”.

Grossa caduta di stile di Gianna Nannini – Anche il Siulp prende posizione. “Il videoclip di Gianna Nannini è sicuramente una grossa caduta di stile dal punto di vista del rispetto per le istituzioni e per l’identificazione dei poliziotti in ordine pubblico con i maiali”, afferma il segretario generale Saturno Carbone.

“Ognuno ha le proprie idee, ma quanto abbiamo visto è vergognoso – aggiunge il sindacalista – I poliziotti e la Polizia italiana sono indicati ormai da tantissimi anni come l’istituzione più gradita in assoluto. Siamo persone per bene, facciamo il nostro lavoro e difendiamo anche queste persone, che purtroppo stanno dissipando ogni dubbio relativo all’esistenza di problemi psicologici legati al Covid”.

www.secoloditalia.it/2021

Condividi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *