Spreco da 400mila euro, De Luca citato a giudizio dalla Corte dei Conti

di Antonio Amorosi – – Una richiesta danni per De Luca e tegola non semplice da evitare. La Procura regionale della Corte dei Conti della Campania ha depositato un atto di citazione in giudizio nei suoi confronti per un danno contabile di 403.643,21 euro. Secondo la magistratura contabile l’assunzione di 4 vigili nello staff regionale del presidentissimo, già suoi collaboratori quando era Sindaco di Salerno, ha comportato uno sperpero di denaro.

La vicenda risalirebbe al 2016. Per De Luca si prospetta un lungo e complesso processo contabile, nel quale dovrà giustificare “lo spostamento” degli agenti nel proprio staff e motivare le indennità a loro attribuite.

Le assunzioni, anche se lecite e possibili, perché seguono i criteri del rapporto fiduciario, devono però attenersi, nella quantificazione economica alla qualifica, ai titoli e all’incarico ricoperto dai soggetti.

Il caso sarebbe nato in modo fortuito, anni fa, in seguito ad un incidente stradale: un’autista che stava accompagnando De Luca a casa a Salerno fa un incidente con una ragazza in scooter, da lì la polemica sollevata dalle opposizioni per le quali quell’autista sarebbe un dipendente o un ex dipendente del Comune di Salerno.

Il quadro contestato dalla Corte dei Conti oggi sui 4 vigili-autisti si riferirebbe a possibili incarichi diversi ricoperti dagli stessi e ai contratti registrati. L’aspetto trapela anche dalle dichiarazioni della Regione Campania che si difende e sostiene che siano lecite e legittime le proprie operazioni. Poiché l’ente sostiene che i collaboratori che a turno accompagnavano il governatore non erano solo collaboratori-autisti ma facevano anche lavoro di segreteria mobile.

In precedenza l’invito a dedurre notificato riguardava anche un dirigente amministrativo ma la sua posizione è stata successivamente stralciata. La notifica è avvenuta una settimana fa ma se ne è avuta notizia solo nella tarda serata di ieri. Le nomine dei vigili, secondo quanto si è appreso, sono state di recente sospese.

La Regione si è detta tranquilla. Ognuno dei provvedimenti sarebbe stato vagliato dall’Ufficio di Gabinetto.

https://www.affaritaliani.it/politica/de-luca-citato-a-giudizio-dalla-corte-conti-per-sperpero-da-400-mila-euro-711786.html

Condividi