Tunisino agli arresti tenta fuga all’estero con “autista”, valigie e 13mila euro

Lucca – I carabinieri della sezione radiomobile hanno tratto in arresto per il reato di evasione, la scorsa notte a Lucca, un cittadino tunisino di 25 anni, agli arresti domiciliari per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. Lo straniero era stato arrestato il 14 ottobre nel corso di un’operazione condotta dai carabinieri in città, nella quale era stato trovato in possesso di diverse quantità di sostanze stupefacenti. Lo stesso, a seguito della convalida, era stato ammesso agli arresti domiciliari.

La scorsa notte i militari hanno fermato un’autovettura con all’interno un 47enne di Lucca, appositamente assoldato per la circostanza, mentre insieme cercavano di imboccare l’autostrada A11. Nell’auto vi erano tre valige, tutte contenenti capi d’abbigliamento e altri effetti personali del tunisino, che aveva interamente ripulito la sua abitazione di Lucca, nonché la somma di denaro contante di 13 mila euro sequestrata dai militari perché ritenuta provento dell’attività di spaccio di stupefacenti.

L’autista del veicolo, denunciato per il reato di favoreggiamento personale, ha riferito di aver ricevuto la richiesta da parte di un suo conoscente tunisino di accompagnare il 25enne in Francia, negando però di conoscere che egli fosse agli arresti domiciliari.

Lo straniero arrestato per evasione è stato successivamente associato alla casa circondariale di Lucca.  www.lagazzettadilucca.it

Condividi