“La nuova era, l’uomo senza intermediari nel creato”

di Max Massimi – – Noi abbiamo creduto ad una Europa dei popoli anche quando ogni speranza sembrava perduta.
Sotto il gioco della tirannia delle banche, della finanza, dello sterminio delle menti e del veleno nei cuori.
Soggiogati nelle mani criminali di quei vampiri che agognano la fine di ogni umanità, a qualunque costo.
Ma eccoci qui, uniti e determinati con una sola voce: libertà.

Ogni luogo dell’Europa è genesi di una individualità straordinaria e nelle differenze ha il suo valore.
Che l’Europa sia l’isola ricercata disperatamente da Ulisse, il luogo della casa, della famiglia, del lavoro e della fraternità. Un posto dove il silenzio fragoroso di guerre, genocidi e stermini si dissolva in un libero scambio commerciale e di cultura.
Una piazza sempre aperta e un mercato a disposizione di tutti. Un pranzo straordinario, condito con mille pietanze per tutti i gusti.
Quel pizzico di follia che genera conquiste impossibili, quel sorriso che accetta il diverso e ne assorbe i valori fino a completare un’orchestra di suoni che, prima, venivano considerati impossibili.
Una sinfonia europea, una conquista unica, un esempio per tutti i popoli della Terra.
Che la spada di acciaio torni ad essere la spada di luce…

Nasce RVR – Resistenza, Vittoria, Rinascita, un’entità composta da coloro che Monsignor Viganò ama definire “figli della luce”.
RVR non è un partito politico né una copertura ideologica.
Non è una religione né una scienza.
Non è una realtà finanziaria né finanziata.
Non ha rapporti con gruppi eversivi o rivoluzionari, né anarchici o tantomeno guerrafondai.
Non ha mire espansionistiche o brame di potere.
Non cerca di migliorare il mondo, piuttosto lo osserva.
Non subisce alcuna angoscia del passato né ansia del futuro limitandosi ad essere presente.
Sorvola e non sovrasta!
Non fa proselitismo ma semplicemente testimonia consapevole della situazione storica e ne prende atto.
Socialmente e nel silenzio si definisce apolide.

RVR è una realtà che ama l’informazione corretta, l’obiettività dei media e la realtà fantasy del “popolo sovrano”.
Sono in accordo con chi non ha mai venduto la propria a nima per trenta denari, con coloro che non hanno dimenticato i valori fondamentali di consapevolezza della famiglia, il rispetto padre/madre e l’amore responsabile verso i figli.

RVR è estranea a qualunque interpretazione che vada al di là dell’enunciato.
Il simbolo che rappresenta RVR è la piramide rovesciata verso la terra, è il capovolgimento di tutta la storia dell’umanità, fatta di reiterate e oscene realtà, guerre, stragi, povertà e dominio dei più forti sui più deboli.
Fame, carestia e ingiustizia.
Tutti devono saper piantare un seme, anche coloro che insegnano fisica quantistica.
Ma chi è RVR? Cosa rappresenta RVR?… I leader capovolti !

Condividi