Sicurezza, Conte: “protezione per cittadini e migranti”

I decreti sicurezza saranno riscritti al più presto – “al primo Cdm utile” – , con un “progetto ampio”, per garantire “un meccanismo di protezione per i cittadini e per i migranti”, spiega dal Festival dell’Economia di Trento. “Nessuno può pensare che la gestione dei flussi migratori, un fenomeno così complesso e da gestire con approccio multilivello, possa essere risolto da un mese all’altro. E’ un percorso che stiamo facendo e che già ha segnato una prima tappa nell’estate 2018 quando maturò la consapevolezza che Dublino dovesse essere superato.”

Integratori alimentari Free Health Academy

Nuovo patto UE per le migrazioni: “La proposta della Commissione europea è un passaggio non trascurabile ma sicuramente non è l’approdo di una politica europea efficace di gestione dei flussi migratori” che deve basarsi sul “principio di solidarietà”. Lo dice il premier Giuseppe Conte al festival dell’Economia di Trento. “Per chi si sottrae agli adempimenti dovrà esserci un meccanismo penalizzante”, risponde a una domanda su eventuali multe a chi non accoglie.

Sulle modifiche dei decreti sicurezza di Salvini “prima dell’estate è già stato fatto un lavoro intenso. Vogliamo allargare il meccanismo di sicurezza e protezione per i cittadini e per i migranti stessi, che arrivano spesso in condizioni di fortuna. E’ un progetto molto più ampio che cercheremo di integrare nelle modifiche che al primo Consiglio dei ministri utile cercheremo di portare. Ci stiamo lavorando adesso sul piano tecnico” ha anche affermato il presidente del Consiglio. ANSA

Condividi