Governo a rischio, M5s blocca le espulsioni

ANSA/MOURAD BALTI TOUATI

Un imperativo chiaro: frenare la grande fuga, evitare che i numeri al Senato possano mettere in crisi la maggioranza, ferma poco sopra la soglia di galleggiamento (è a quota 162) a Palazzo Madama. E soprattutto superare la boa di luglio e del Mes. Lo scrive il Corriere.

I vertici Cinque Stelle stoppano le possibili espulsioni in arrivo in teoria a metà della prossima settimana. Una mossa che se da un lato tutela il governo, dall’altro rischia di alimentare ulteriori tensioni in seno al Movimento sul tema delle mancate rendicontazioni. «Se lo fanno, si crea una ferita, una disparità di trattamento difficile da sanare», dice un pentastellato.

E infatti, la soluzione più probabile è che ci sia un rinvio della deadline: spostare l’asticella più in là, in modo da avere i numeri in Aula per superare lo scoglio di un eventuale voto sul Mes e chiudere la finestra per un ritorno alle urne a settembre. Tuttavia, nonostante le indiscrezioni, ancora non è stata diramata nessuna comunicazione ufficiale. […]

Condividi