In stazione con droga nello zaino, arrestato gambiano

Condividi

 

Rimini – Procedono senza sosta i controlli della Polizia Ferroviaria nelle stazioni dell’Emilia Romagna finalizzati sia alla prevenzione e repressione dei reati che alla verifica del rispetto delle prescrizioni vigenti in materia di contrasto alla diffusione del virus COVID-19.

In particolare nella giornata di ieri l’attività di prevenzione è stata ulteriormente rinforzata negli scali della Riviera Romagnola, con particolare attenzione a Rimini e Riccione, anche in previsione del primo fine settimana di riapertura degli stabilimenti balnearie e del prevedibile maggior afflusso di viaggiatori.



Proprio gli Agenti della Polizia Ferroviaria di Rimini, durante un servizio di vigilanza effettuato nella stazione di Riccione, hanno tratto in arresto un giovane ventitreenne gambiano che, sottoposto a controllo dopo essere sceso da un convoglio in arrivo da Ancona, è risultato privo di documenti e proveniente da fuori regione.

Nel corso del controllo gli operatori, pur con le mascherine indossate, avvertivano il classico odore di marijuana fuoriuscire dallo zaino dello straniero; accompagnato negli Uffici della Polizia Ferroviaria per accertamenti più approfonditi, il giovane veniva trovato in possesso di quasi due etti di marijuana suddivisa in sei involucri e pronta per essere immessa sul mercato.

L’uomo è stato pertanto tratto in arresto in attesa del rito direttissimo, che si terrà nella mattinata odierna in videoconferenza.



   

 

 

Lascia un commento

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -