Paragone: “Bonafede non ha mai detto perché ha cambiato idea su Di Matteo”

Gianluigi Paragone sulla questione che sta travolgendo Alfonso Bonafede ci va giù pesante, anzi, pesantissimo. L’ex grillino sulle accuse dell’ex pm antimafia Nino Di Matteo, che incolpa il Guardasigilli per la sua mancata nomina al Dap (i boss mafiosi non lo avrebbero voluto) dichiara: “Cosa abbia fatto cambiare idea a Bonafede nel giro di 48 ore, questo lui non lo ha mai spiegato. Il suo silenzio è lo stesso di Di Maio e di Conte, sono ormai dei bambini presi a sberle” spiega in un’intervista all’Huffingtonpost.

Ma nel mirino dell’invettiva anche la sua ex forza politica: “Alessandro (Di Battista ndr) sta provando a redimere il Movimento, ma non ce la può fare, il Movimento è infetto”. In tutto ciò il governo può dormire sonni tranquilli.

Secondo il senatore ora nel Gruppo Misto Matteo Renzi è innocuo, “non avrà il coraggio di buttare giù l’esecutivo, è come un bullo che non ha mai fatto a sberle”, e i 5 Stelle “sono poltronari, attaccati con il mastice alle poltrone”. liberoquotidiano.it

Bonafede non lo ha detto, ma Morra sì: è stato Napolitano

Morra, nomina di Di Matteo al Dap ostacolata da Napolitano

Condividi