Corruzione in atti giudiziari, procuratore di Taranto ai domiciliari

Corruzione in atti giudiziari, ai domiciliari il procuratore di Taranto. Il procuratore della Repubblica di Taranto, Nicola Maria Capristo, è agli arresti domiciliari con l’accusa di corruzione in atti giudiziari. Lo stesso provvedimento è stato eseguito a carico di un ispettore della polizia in servizio nella procura tarantina e di tre imprenditori della provincia di Bari. L’inchiesta, cominciata un anno fa, è portata avanti dalla procura della Repubblica di Potenza.  tgcom24.mediaset.it

Condividi