Nomine: Casellati e Fico litigano sul Garante per l’Infanzia

DAGONEWS – – Mai doma la guerra per le nomine, anche in tempo di pandemia. Casellati e Fico litigano sul nome del prossimo Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza (piccolo ufficio, ma stipendio monstre). Bisogna infatti scegliere il successore di Filomena Albano, garante dal 2016 fino allo scorso 28 aprile, che a sua volta subentrò all’attuale Ministro dello Sport Spadafora, ora alle prese con le rogne del pallone. Per la nomina serve l’accordo tra i due presidenti. E qui le cose si complicano, perché i due rappresentano mondi opposti, cattolici da una parte, arcobaleno dall’altra.

Agli staff di Fico e Casellati sono comunque arrivate un centinaio di candidature. Tra di loro che c’è il prezzemolino Caffo di Telefono Azzurro che ci prova ogni volta. C’è l’ex senatrice Serafini, famosa per essere la moglie di Fassino. Non manca la magistrata ospite fissa del salotto di Vespa Simonetta Matone (qui il Csm ha storto il naso perché la Matone è fuori ruolo da più di dieci anni). Altra toga candidata è Maria Monteleone, procuratore aggiunto di Roma che si occupa di donne e bambini. Il posto fa gola a molti. Ma i favoriti dei due presidenti sono altri.

Gianluigi De Palo, attuale Presidente del Forum delle Famiglie e pupillo del Cardinal Bassetti che guida la Cei, è molto apprezzato dalla Presidente Casellati. Tanto che lei stessa, assieme alla Ministra della Famiglia Bonetti, allo stesso Bassetti, presenzia ad un evento online organizzato da De Palo per la Giornata Internazionale della Famiglia.

L’altro è Valerio Neri, ex Direttore Generale di Save the Children ora in pensione, sponsorizzato proprio da Spadafora che su questa partita, visti i temi, conta o vorrebbe contare più dello stesso Fico.

I due candidati non potrebbero essere più diversi. De Palo, giornalista di 44 anni, ha piedi e mani nel mondo cattolico. E’ stato presidente delle Acli Provinciali di Roma e presidente del Forum delle Associazioni Familiari del Lazio, poi Assessore alla Famiglia a Roma con Alemanno, infine nel 2015 è stato eletto alla Presidenza Nazionale del Forum delle Associazioni Familiari. Una figura molto amata Oltretevere, che ovviamente la Casellati avrebbe piacere di assecondare.

Valerio Neri invece viene dall’altra sponda. Classe 1951, ha una laurea in filosofia ed è stato direttore generale del WWF. Dal 1996, con Rutelli Sindaco e fino al 2005 ha diretto l’area comunicazione e marketing dell’Atac (forse non proprio una nota di merito). Direttore di Save the Children Italia per quattordici anni, è da sempre collocato in area di centrosinistra, in particolar modo con l’ultimo del suo amico Gentiloni.

La nomina è attesa a breve, ma per adesso è stallo, come di consueto quando si parla spartirsi le poltrone. Solo che questa volta c’è uno scontro evidente tra due mondi agli antipodi: quello cattolico dei porporati e quello movimentista. Il tutto per una carica che dovrebbe essere a tutela dell’infanzia, ma che prevede comunque con uno stipendio a sei cifre. E che può essere un ottimo trampolino di lancio per una carriera politica. Chi cederà tra Fico e Casellati (e i rispettivi staff)?

Condividi