Liberata Silvia Romano, ‘ostaggio politico’ degli islamisti Al-Shabaab

“SILVIA ROMANO e’ stata liberata! Ringrazio le donne e gli uomini dei servizi di intelligence esterna. SILVIA, ti aspettiamo in Italia!”. Lo scrive su twitter il premier Giuseppe Conte.

SILVIA ROMANO è libera. La cooperante della onlus “Africa Milele” era stata rapita il 20 novembre del 2018 in Kenya, nel villaggio di Chakama, a 80 chilometri da Malindi. Secondo quanto ricostruito dalla Procura di Roma e dai carabinieri del Ros, era tenuta prigioniera in Somalia da uomini vicini al gruppo jihadista Al-Shabaab, l’organizzazione somala affiliata ad Al Qaeda e considerata “ostaggio politico”.

A quanto aveva appreso l’Adnkronos da fonti somale, dunque, la volontaria 24enne sarebbe stata individuata come obiettivo da al Qaeda perché i jihadisti ritenevano facesse proselitismo religioso: una circostanza che faceva della cooperante un ostaggio di particolare valore dal punto di vista della propaganda islamista, complicando un rapimento che si protraeva ormai da un anno e per il quale non è mai stato chiesto un riscatto. affaritalini.it

Condividi