Giornalisti cacciati, Fico: “sicurezza sanitaria, nulla contro la stampa”

di Carlo Passarello, Portavoce del Presidente della Camera dei deputati – –L’estensione dell’aula della Camera dei deputati al Transatlantico non è stata una decisione autonoma del presidente Fico, ma è stato decisa – a seguito di un’istruttoria del Collegio dei questori – prima all’interno della Conferenza dei capigruppo (mercoledì 6 maggio) e poi nella Giunta per il regolamento (giovedì 7 maggio) con un accordo unanime”;

– “L’accesso della Stampa parlamentare ai diversi spazi adiacenti all’aula non è mai stato messo in discussione da nessuno, benché meno dalla Presidenza della Camera. Non viene dunque precluso il diritto di poter accedere al Palazzo come non lo è stato mai nemmeno nelle fasi più delicate dell’emergenza sanitaria, come è giusto che sia”;

– “La Camera ha mantenuto due tribune riservate alla stampa, con 14 postazioni, non è quindi vero che i giornalisti sono stati ‘scalzati’ dalle tribune”;

– “Le postazioni in pianta stabile all’interno del Transatlantico non saranno attive da lunedì ma c’è in corso un lavoro istruttorio per l’allestimento”;

 – “E’ in corso fin dal momento immediatamente successivo al primo passaggio in Capigruppo un’interlocuzione con l’Associazione stampa parlamentare (Asp) per trovare una soluzione logistica ottimale alle esigenze di tutti”.

Assicuro infine che c’è la sola esigenza di lavorare tutti in sicurezza, garantendo ai deputati di svolgere la propria funzione, così come ai giornalisti di fare il proprio necessario lavoro, che è vitale per il funzionamento della nostra democrazia.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Fico caccia i giornalisti dal Transatlantico per un tempo indefinito.
Erano anni che questo tetro ambiguo Movimento ci provava.
Ora ci sono riusciti.

Fico caccia i giornalisti dal Transatlantico per un tempo indefinito

Condividi