Il Recovery fund è morto, ma Gentiloni lo vuole accelerare

“Il Recovery fund dell’UE è morto. Ora la chiamiamo iniziativa di recupero” ha affermato Ercic Mamer, il portavoce della Commissione UE.

Gentiloni: Sul Recovery fund è in corso “un lavoro tecnico”, la sua tempistica “è legata all’entrata in vigore del bilancio Ue, ma l‘esigenza di questo fondo è più urgente, perché i rischi per il mercato unico e le differenze tra Paesi si manifesteranno in autunno, non in primavera dell’anno prossimo, quindi bisogna trovare il modo, tecnicamente, per anticipare l’operazione”.

Lo ha raccontato il commissario Paolo Gentiloni a un evento di +Europa.

Condividi