Petrolio, crollo Wti senza precedenti: minimo storico -101%, barile sotto zero dollari

Continua inarrestabile il crollo del petrolio. Il barile Wti (West Texas Intermediate) è precipitato sotto zero dollari, toccando il minimo storico del -101% rispetto alla chiusura di venerdì. Il collasso senza precedenti risente dell’effetto combinato di alcuni gravi problemi tecnici sulla mancanza di spazio materiale dove stoccare e il pesante squilibrio tra domanda e offerta che la pandemia da coronavirus hanno provocato sul mercato.

A pesare è anche l’avvicinarsi della scadenza dei futures in prima consegna (martedì, quelli relativi a maggio). Pesantemente sotto pressione anche il Brent – il greggio di riferimento del Mare del Nord – con le quotazioni che intorno alle 20 sono arrivate a perdere il 7% a 26,23 dollari al barile.

Nessuno vuole comprare i futures sul Wti in scadenza a maggio e così il prezzo è arrivato a segnare valori praticamente fuori scala. E secondo Dow Jones, il Cme Group, che controlla anche la Borsa merci di New York (Nymex) ha riferito che potrebbe consentire livelli negativi di prezzo.

Diventa impegnativo riuscire a stare dietro alle quotazioni. Questo ribasso assolutamente anomalo riguarda però un volume limitato e particolare di contratti in una fase straordinaria di squilibri, avvertono alcuni analisti, ed è appunto determinato anche da queste problematiche tecniche. I futures sempre sul Wti in scadenza a giugno calano a loro volta pesantemente, ma restano a livelli più ragionevoli.

Questa forte pressione sul Wti in prima consegna era già iniziata venerdì, dato che gli investitori sono fortemente restii a rilevare questi contratti, date le difficoltà a procedere agli stoccaggi della materia prima. A parte le problematiche tecniche, le quotazioni subiscono i persistenti timori su un pesante squilibrio tra offerta e domanda a causa dei blocchi di attività dovuti al coronavirus, che la stretta ai rubinetti dei Paesi esportatori non è riuscita a bilanciare nemmeno per la metà.  https://www.tgcom24.mediaset.it

Condividi