Toscana, “Morti e contagi in case di riposo, ma per la sinistra tutto va bene”

Si moltiplicano i casi di contagi e decessi per il Covid-19 nelle residenze sanitarie assistite (Rsa) della Toscana. Secondo gli ultimi dati gli anziani contagiati nelle strutture sono 822, con 102 decessi accertati. Controlli a tappeto delle Asl e decine di residenze commissariate per cercare di tutelare al meglio i degenti. Ma, nel frattempo, divampa la polemica politica.

Sulla vicenda interviene Susanna Ceccardi (Lega), candidata del centrodestra alla Regione Toscana. “Un vero e proprio bollettino di guerra quello che leggiamo ogni giorno sui quotidiani in merito alla situazione delle residenze sanitarie assistite toscane. Indagini da parte delle Procure, servizi giornalistici sui principali quotidiani nazionali e locali e non ultimo una inchiesta del Tg2. Uno scenario catastrofico che dovrebbe far riflettere chi ha responsabilità di governo, ma, invece di fare mea culpa, la sinistra attacca i giornalisti che fanno il loro mestiere”. Ceccardi difende il servizio andato in onda sul Tg2 duramente criticato da alcuni esponenti del Pd, tra cui la senatrice Valeria Fedeli.

“La Fedeli dice di non voler entrare nel merito di questa vicenda e questo, dopo il suo attacco, è già assai scandaloso. Valeria Fedeli è una parlamentare della Repubblica italiana, per tanto tutta la classe politica dovrebbe indignarsi davanti a tutto questo e non provare a nascondere la polvere sotto il tappeto. Ma la cosa ancora più grave è che la Fedeli, come membro della vigilanza Rai, chiede che sia aperta una discussione sul servizio giornalistico del Tg2. L’unica cosa su cui c’è da vigilare – tuona l’europarlamentare della Lega – è invece l’operato del Pd in Toscana. Ed è molto grave che la Fedeli utilizzi il suo ruolo in commissione di Vigilanza Rai per tentare di tappare la bocca a servizi giornalistici non graditi dal suo partito. Noi vogliamo raccogliere le denunce delle sigle sindacali, dei medici, degli infermieri che combattono ogni giorno in trincea. E vogliamo davvero entrare nel merito di questi contagiati nelle case di riposo. Il giornalismo denuncia e la politica deve appurare, bene che si facciano servizi “scomodi” e che si arrivi a delle inchieste. Chi ha determinato tanta morte e sofferenza deve pagare”.

www.ilgiornale.it

Condividi