Coronavirus: 800mila mascherine per l’Italia bloccate in Germania dal 4 marzo

Ottocentotrentamila mascherine chirurgiche in arrivo dalla Cina e destinate all’Italia sono ferme in Germania, dove la merce era in transito, dallo scorso 4 marzo. Lo denuncia la Dispotech di Gordona (Sondrio), azienda specializzata nella produzione e nella distribuzione di prodotti monouso, che aveva acquistato da un importatore tedesco la partita per destinarla alla Protezione Civile e agli ospedali.

La merce però – scrive il giornale laprovinciadisondrio.itè stata bloccata a seguito del veto del Governo tedesco di esportare mascherine. Poi, con l’intervento di Api Lecco, ConfApi e delle Autorità italiane, è stata sbloccata, ma al momento nessuno in Germania la riesce a trovare.

«Stiamo facendo l’impossibile per portare queste mascherine in Italia – spiega la titolare dell’Azienda Monica Mortarotti – ma dobbiamo trovare dove sono adesso in Germania e non riusciamo a capire se si trovano nel magazzino del nostro importatore tedesco». Una parte sarà donata alla Protezione civile, il resto invece è per «tutti i presidi ospedalieri che riforniamo tramite i nostri distributori».

Coronavirus, team di medici cinesi e 31 tonnellate di forniture mediche per l’Italia

Condividi