Algeria: graziati 3500 detenuti

Martedì, le autorità algerine hanno annunciato che il nuovo presidente, Abdelmadjid Tebboune, ha appena firmato un decreto che autorizza la grazia per 3.471 detenuti. Nessuno di loro è un rappresentante del movimento che protesta contro il “sistema” ereditato dall’ex imbattuto Abdelaziz Bouteflika.

Il decreto esclude in particolare i prigionieri condannati per corruzione, traffico di droga o terrorismo, secondo i media locali.

La grazia non riguardan alcun attivista di “Hirak”, il movimento che ha sfidato per quasi un anno il potere in atto. Venerdì scorso, “Hirak” ha celebrato il suo 50 ° incontro settimanale, ma la repressione contro il movimento sta diventando più forte. Due detenuti, Toufik Kerfa e Yacine Elouareth, arrestati a fine novembre, sono stati condannati ad Algeri a tre mesi di carcere durante il processo di appello, accusati in particolare di “associazione a delinquere e attacco alla sicurezza dello stato “, secondo il Comitato nazionale per la liberazione dei prigionieri (CNLD).

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi