Picchiata e rinchiusa in casa, tunisina salvata dai Vigili del Fuoco

Bologna – Una chiamata alla Polizia dopo mezzanotte per una richiesta di aiuto dalle parti di Corticella: a chiedere l’aiuto delle forze dell’ordine gli abitanti di un condominio che hanno sentito delle urla di donna provenire da uno degli appartamenti del palazzo. Sulle scale del pianerottolo delle tracce di sangue.

La voce era quella di una tunisina 34enne e per raggiungerla nell’abitazione è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco, che hanno sfondato la porta. All’interno dell’appartamento completamente a soqquadro la donna sanguinante (ferita al naso è stata subito medicata sul posto) e, nell’altra stanza, il compagno che teneva in mano un cacciavite, in stato di agitazione.

Il soggetto, sempre tunisino classe ’74, ha dei precedenti per stupefacenti ed è irregolare, fra l’altro già denunciato per fatti analoghi avvenuti a settembre. E’ stato così arrestato per maltrattamenti famiglia, lesioni personali, sequestro di persona. Dalla ricostruzione pare che l’avesse violentemente percossa per poi minacciarla e impedirle di chiedere aiuto.

www.bolognatoday.it

Condividi

 

Articoli recenti