Milano, “Sala finanzia centri sociali abusivi ​composti da immigrati”

L’ultima beffa del Comune di Milano. L’amministrazione di Beppe Sala ha infatti destinato un milione di euro al bando quartieri 2019. Tra i progetti che potranno usufruire della cifra c’è anche il Sant Ambroeus Football Club: la squadra di calcio composta da profughi dei centri d’accoglienza di chiara ispirazione antagonista. Le loro riunioni, infatti, si tengono al al centro sociale abusivo Lambretta di via Edolo. Il loro progetto è stato approvato dal Comune. Come si legge sul sito, le attività – oltre ai tornei sportivi- prevedranno anche un “terzo tempo” interculturale caratterizzato da un buffet interetnico e da momenti culturali (musiche dal mondo, mostre, incontri tematici).

La solita propaganda immigrazionista per di più fatta da chi occupa senza titolo un immobile e fa incassi in nero tra feste e servizio bar-ristorante: è gravissimo che il Comune spenda soldi per un progetto del genere”, attacca Silvia Sardone. Il consigliere comunale ed europarlamentare della Lega fa notare poi come “per la sinistra i centri sociali rappresentino un buon bacino elettorale, soprattutto in un periodo come questo di calo dei consensi, ma trovo assurdo legittimarli fino a tal punto“.

Il Lambretta, ma pure il Leoncavallo, il Macao, il Torchiera e via dicendo occupano abusivamente stabili comunali e privati. E proprio per in questo senso, hanno compiuto un reato. Si chiede quindi Sardone: “Com’è possibile che le istituzioni arrivino di fatto a premiarli con un contributo per un progetto da dedicare al quartiere? I cittadini chiedono legalità prima di tutto, quindi si proceda con gli sgomberi non coi regali”.

www.ilgiornale.it

Condividi

 

Articoli recenti