Metropolitane, proteste contro la Raggi: Fassina ferito nella ressa

E’ rimasto ferito Stefano Fassina, consigliere comunale di Sinistra per Roma e deputato di Leu durante una carica della polizia oggi, sotto la sede di Roma Metropolitane in via Tuscolana. Il parlamentare  partecipava a un presidio di lavoratori a rischio licenziamento.

Fassina si è trovato stretto nella ressa quando le forze dell’ordine, insieme ad alcuni collaboratori dell’assessore capitolino alle partecipate, Gianni Lemmetti, hanno spinto per entrare nel palazzo che ospita la società pubblica, il cui ingresso era presidiato da una cinquantina di lavoratori a rischio licenziamento, in sciopero da due giorni contro l’intenzione della giunta Raggi di liquidare la società. A rischio immediato di licenziamento ci sono almeno 45 dipendenti su 153, ma il futuro è nebuloso per tutti.

A farne le spese sono stati i manifestanti dell’ultima fila del presidio, insieme a sindacalisti e consiglieri comunali del Pd e di Sinistra italiana. Lo scontro è stato particolarmente duro e ha provocato la caduta e il ferimento oltreché di Fassina, anche del segretario della Fp Cgil Roma e Lazio, Natale Di Cola, e del segretario generale della Uil di Roma e del Lazio, Alberto Civica. (agenzia dire)

Condividi

 

Articoli recenti