Pd-M5s, Meluzzi: lettera aperta agli Italiani su “gli anni che verranno”

Condividi

 

Cari amici e fratelli italiani,

di fronte alla conclusione di questa fase politica si possono riassumere alcune elementari verità.

1) La grande #migrazione che ha subito qualche rallentamento nel corso di questo anno, come da grande regia finanziario-globalista, dovrà riprendere accelerando perché l’afroislamizzazione dell’Italia non può attendere. Lo schema logico dell’#invasione programmata è anche giuridicamente, oltre che politicamente, chiarissimo:
a) chiunque entri volontariamente in mare con un canotto è per definizione un naufrago; b) i naufraghi vanno obbligatoriamente salvati; c) i salvati che arrivano inesorabilmente nell’unico porto sicuro, la nostra #Italia, devono essere mantenuti dagli #Italiani eternamente; d) le cooperative rosse e le Caritas vaticane realizzano su questo fatturati da tre miliardi di #euro all’anno. Chi potrà arrestare questa valanga?

2) Sull’onda di tutto ciò cresce, come una gigantesca metastasi, il business della mafia nigeriana e delle altre mafie straniere africane, magrebine, cinesi: a) #droghe pesanti ed #eroina a basso costo, soprattutto per i minori; b) sfruttamento della prostituzione anche minorile e traffico d’organi; c) controllo paramilitare del territorio, come a Castelvolturno, compresi sfruttamento del lavoro nero, traffico di rifiuti tossici e attività mafiose di ogni genere. C’è il rischio di vivere una totale perdita di controllo delle città e delle periferie con stupri, #violenze, furti, rapine e aggressioni impunite sia a cittadini che alle forze dell’ordine impossibilitate a difendersi.

3) Siccome le politiche #fiscali europee e la sudditanza al NWO Macron e Merkel tolgono ogni #sovranità all’Italia, le politiche assistenzialiste, stile reddito di #cittadinanza e il pagamento delle conseguenze della migrazione incontrollata, dovranno essere pagate dalle ultime parti produttive del Paese con una crescita selvaggia della fiscalità diretta e indiretta. E con un ulteriore incremento del controllo burocratico fiscale e giudiziario mascherato da ambientalismo per reprimere le ultime parti produttivamente vitali del nostro Paese. In altre parole se un certo liberismo alla Rotschild-#Soros ieri faceva dire a chi cercava ancora di lavorare “se non c’è la fai più è per colpa tua”, oggi si dirà “devi ridurti a questo perché ce lo chiede l’ambiente”. Insomma decrescita felice, anzi infelice, oppressione fiscale in salsa Greta.

4) La piena ripresa di controllo dell’Associazione Nazionale Magistrati da parte di MagistraturaDemocratica con la sconfitta in un complotto dei nuovi equilibri voluti da MagistraturaIndipendente darà un perfetto controllo giudiziario ad uno stato di Polizia mai visto. Con rischi soltanto per gli Italiani e mano libera a chiunque attenti alla sicurezza e all’ordine pubblico se si tratta di migranti o di centri sociali.

5) Casi come quello di Forteto e il metodo Bibbiano, perversamente diffuso in tutta Italia, non potranno che estendersi e moltiplicarsi, con la pratica di #bambini sottratti violentemente alle loro famiglie naturali per essere affidati ad affidatari ed adozioni politicamente corretti, possibilmente omogenitoriali e delle Lgbt che è il massimo del politacally correct in questa ideologia. Per contro la principale politica per la famiglia sarà l’introduzione di una forma strisciante di eutanasia di massa mascherata da legge sul finevita, che potrà soddisfare i desideri della signora Lagard-BCE-FMI quando affermano che i nostri vecchi vivono troppo per i costi del sistema sanitario e previdenziale. Sistema già oppresso da Pronto Soccorso e ospedali saturati spaventosamente da migranti che fruiscono ovviamente di tutto senza avere mai pagato nulla. In un contesto in cui molti pensionati devono grufolare nella spazzatura dei mercati per sopravvivere mentre sui migranti clandestini si investono €40 al giorno. Comunque meno lussuosi per le cooperative che li gestiscono dei fino ai €400 al giorno per le cooperative per minori di amici e amici degli amici di un certo sistema buonista #cattocomunista.

6) Anche la casa di proprietà che gli Italiani hanno sempre amato come il risparmio non è gradita a questi poteri forti. Si stanno già predisponendo, insieme ad una Patrimoniale sicura, finanziarie internazionali per assorbire le norme patrimonio familiare-immobiliare e tutto ciò che il risparmio privato degli Italiani ha faticosamente costruito a partire dai nostri genitori e nonni. Neanche i lavoratori dipendenti e salariati potranno stare allegri con un esercito di riserva di migranti diseredati pronti a lavorare a qualunque prezzo e condizione.

7) Nel grande stravolgimento sociale e nella sostituzione etnica degli Italiani devono venire meno anche tradizioni, radici, identità, memorie e la stessa idea di Patria e di sovranità democratica del popolo. Questo rappresenta una minaccia per le #élite globaliste che controllano questa fase storica guidati dalle regie NWO di Bildelberg Soros & C.. Forze che hanno già conquistato il Vaticano di #Bergoglio, cui i cosiddetti valori non negoziabili dell’umanesimo #cristiano di Giovanni Paolo II e di Benedetto XVI e di tutta la tradizione cristiana sono stati sostituiti solo dalla frenesia e ossessione in difesa della grande migrazione afroislamica.

8)Il totale controllo e l’omologazione del #Mainstream dell’#informazione giornali, televisioni, cinema e un conformismo servile opportunista delle accademie garantisce e garantirà lo #statusquo. Tutto questo partendo dal mondo della scuola, totalmente controllato da una visione unilaterale del pensiero unico.

Tutto questo sarà vestito da #buonismo bergogliano, da #europeismo suddito e da un finto giustizialismo pseudomoralista basato sull’oppressione delle libertà e sull’invidia sociale.

Questo è quello che ci attende per i prossimi tre anni fino a che #Grillo non avrà portato Prodi al Quirinale e non sarà stato svenduto quel poco che resta del patrimonio industriale e produttivo del Paese. Patrimonio svenduto agli anglofrancotedesci a partire dalla fine della prima Repubblica e dal panfilo Britannia 1992 su cui galleggiavano insieme alle élite finanziarie che si pappavano l’industria italiana, tra gli altri, anche Grillo e la Bonino.

E finché giunti ad un’elezione politica, con le stesse pezze del culo, ci saranno state legate anche le mani, con lo ius soli e con la grande migrazione e i suoi “ricongiungimenti familiari”.

Povera Italia, Viva l’Italia!

Alessandro Meluzzi

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Diffamazioni a Imolaggi – Armando Manocchia risponde ai professionisti della mistificazione

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -