Pubblicità gioco d’azzardo, “Agcom annacqua il divieto”

‘Invito i signori dell’Agcom a dimettersi: se a loro non sta a cuore la vita dei ragazzi e delle loro famiglie, ma evidentemente si occupano di altri interessi, e’ un problema loro. A me importa che in Italia ci siano persone che scommettono su se stesse, non sul gioco d’azzardo. Tanto che a settembre cambieremo i vertici”. Lo scrive in un post su facebook il vicepremier Luigi Di Maio.

”Ricordate il divieto di pubblicita’ del gioco d’azzardo?”, chiede Di Maio. ”Il gioco d’azzardo”, sottolinea, ”e’ come una droga: rovina ragazzi, adulti e intere famiglie. Ora l’Agcom, che e’ l’autorita’ per le comunicazioni, ha talmente annacquato il divieto che sta praticamente dicendo a tutte quelle famiglie ”si’, il Ministro ha vietato la pubblicita’, ma noi la rimettiamo, in modo che tuo figlio giochi ancora, e ancora.” Perche’ di fatto e’ cosi”’, prosegue.

”Che cavolo di Paese siamo se un Ministro vieta la pubblicita’ e una authority la permette di nuovo? Si stanno mettendo di traverso in tutti i modi. Il cambiamento e’ una battaglia dura e lunga. Ma se pensano di rallentarci, hanno sbagliato governo. Questa battaglia la vinciamo”, conclude Di Maio.

Condividi