Americano bendato, l’indignazione di Calenda

“Mario Cerciello Rega era un servitore dello Stato. La sua memoria si onora onorando la dignità dello Stato che serviva. Quello che Matteo Salvini non capisce, perché privo di onore e senso dello Stato, è che la foto diffusa rappresenta, prima di tutto, una lesione alla dignità dello Stato italiano e di chi lo serve. Un insulto al vicebrigadiere Cerciello Rega, all’Arma dei Carabinieri e un rischio concreto di fornire un argomento legale per l’estradizione di uno dei due accusati che, se giudicati colpevoli, meritano invece di passare il resto della vita in una prigione italiana”.

Lo ha scritto in un post su Fb l’eurodeputato Pd-Siamo Europei Carlo Calenda.

Bendare un arrestato: la pratica è “prassi” in altri Paesi UE

  Secondo quanto riporta AdnKronos, il bendaggio di un individuo in stato di fermo o arrestato non è una pratica in “stile Guantanamo”, come evocato da alcuni media anche internazionali, ma una prassi, seppure eccezionale e censurabile, presente nei regolamenti di polizia di nazioni civilissime. Negli stessi Stati Uniti, alcuni dipartimenti di polizia bendano il…

Giangrande: “Americano bendato forse per evitare autolesionismo”

(di Silvia Mancinelli) – adnkronos – “L’Arma ancora una volta si trova a piangere un figlio caduto nell’adempimento del proprio dovere. Le mie condoglianze vanno alla giovanissima vedova e ai familiari di questo povero ragazzo. Per quanto riguarda la foto, non escludo possa esser stato bendato per evitare potesse fare autolesionismo davanti al tavolo, un…

Condividi