Minori sottratti: perde il lavoro e gli tolgono pure la figlia

reportage di Claudio Bernieri – – affaritalini.it

Francesco D’Addona perde il lavoro, ha lo sfratto, finisce sulla strada con la moglie e la figlia tredicenne Francesca. E inverno, la famiglia sfrattata si accomoda nella vecchia auto parcheggiata davanti al Comune di Baranzate, con dependance di ombrellone e set da pic nic.

Di notte fa meno tre sotto zero. I servizi sociali notano il disagio, e portano Francesco in un hotel a 4 stelle per una settimana, poi lo trasferiscono in un ufficio comunale in via di ristrutturazione. Francesco fa una domanda per una casa popolare ma intanto sloggia, finisce di nuovo in macchina; lui porta la figlia Francesca in Comune, dopo cinque notti in auto, e la tredicenne Francesca finisce a sua volta in una casa famiglia.. Una odissea , una via crucis. Papà mi manchi, scrive la figlia al padre lontano che a 37 gradi all’ombra dorme ancora in auto.

Interviene la associazione Pro Tetto con la sua croce itinerante, che porta davanti al comune di Baranzate. Immagine emblematica della via dolorosa che devono percorrere i senzatetto.

Ed ora Francesco rischia di perdere la figlia: gli verrà tolta la patria potestà perchè lui è povero e ha perso il lavoro?

 

Condividi