Intellettuali non allineati non sono graditi al ‘Salone del Libro’

“Non ci si può credere.”, scrive Nicola Porro su Facebook. “E al salone del libro alcuni editori e giornalisti non sono graditi anzi vengono definiti non so per quale criterio razzisti xenofobi e neofascisti”

STO CHIEDENDO INFORMAZIONI AL MINISTERO, COME DETTO DURANTE LA DIRETTA DI PORRO…NON È PIÙ TOLLERABILE ASSISTERE A CONTINUI INSULTI E CENSURE PER CHI NON LA PENSA COME “L’INTELLETTUAL-sinistra”

W la democrazia W la libertà

Condividi