Bologna: marito vuole prendere una seconda moglie, pakistana tenta suicidio

Una ragazza di origine pakistana ha tentato di togliersi la vita, impiccandosi a una trave in casa, perché il marito ha deciso di sposare, oltre a lei, anche un’altra donna. Il tentativo di suicidio è stato sventato dalla Polizia nel centro di Bologna.

di Etv

 

A dare l’allarme è stato il vicino di casa, che bussando non ha ricevuto risposta ma ha sentito la donna singhiozzare. Quando gli agenti sono entrati nell’appartamento, dopo una trattativa a voce con la donna, hanno trovato un cappio in camera da letto, con al di sotto una sedia.

La 30enne ha spiegato agli agenti che non poteva accettare che suo marito potesse prendere in moglie un’altra donna e che per questo aveva già in passato tentato gesti estremi. Da qualche giorno erano ripetuti i litigi con il consorte, connazionale di un anno più anziano di lei, e all’ultima telefonata avrebbe minacciato l’uomo di togliersi la vita.

Allarmato dal tono della telefonata lui, già in viaggio per il Pakistan, dove avrebbe dovuto prendere in sposa una nuova consorte, ha avvertito il vicino di casa, il quale poi ha riscontrato la situazione. Ora la 30enne è ricoverata in ospedale, dove rimarrà per qualche giorno in osservazione.

www.bolognatoday.it

Condividi