Consigli per aggirare paletti sul Reddito, denunciato consigliere PD

“Questo che abbiamo beccato, come vedete dalla foto, sembra che fosse un consigliere comunale del Pd”. Lo scrive su Facebook il ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, postando un’immagine ‘anonima’ in cui si legge “Reddito cittadinanza, il dipendente del Caf denunciato da Di Maio è un consigliere Pd”. Di Maio aggiunge: “Chi fa il furbo paga! Il dipendente del Caf che avevo denunciato è stato sospeso per aver consigliato ad un cittadino come aggirare i paletti sul Reddito di Cittadinanza. Pensava di farla franca… povero illuso!”.

“Abbiamo ricevuto segnalazioni da altri Caf. Siamo al lavoro. Avanti il prossimo!”, scrive Di Maio.

Dipendente Caf, io raggirato da giornalista – “Sono stato raggirato dal giornalista di La7 che venerdì si è presentato come dirigente della Cgil. Mi ha chiesto – alla luce dei noti fatti di cronaca – di casi di gente che cerca di raggirare la legge e se vi fossero realmente delle falle nella nuova norma. Gli ho quindi spiegato come era possibile eluderla. Per me era un collega che chiedeva informazioni, non un cittadino che domandava come fare il furbo per eludere la legge e intascare il reddito. Tra l’altro, noi al Caf non ci occupiamo di reddito di cittadinanza se ne occupano i patronati”.

Lo dice Sandro Russo, dipendente del Caf di Palermo che domenica scorsa è finito sotto i riflettori della trasmissione “Non è l’Arena”. Russo è capogruppo del Pd al Comune di Monreale. Il dipendente, ripreso da una telecamera nascosta, avrebbe spiegato al suo interlocutore come fare per ottenere, lui e la compagna, il reddito di cittadinanza, consigliandogli, tra l’altro, di avere due residenze diverse. ansa

Condividi