La UE vuole comandare anche sul Venezuela, “elezioni subito”

L’Unione Europea sta ultimando una nuova “dichiarazione comume” in cui si chiede la rapida convocazione di nuove elezioni in Venezuela, in mancanza delle quali numerosi Stati membri potrebbero decidere di riconoscere il leader dell’opposizione, Juan Guaidò, come “presidente ad interim” del Paese: lo hanno reso noto fonti diplomatiche.

“Vogliamo che le elezioni siano convocate immediatamente e fissate per un futuro prossimo”, hanno spiegato le fonti al termine di una riunione degli ambasciatori avvenuta a Bruxelles, “parliamo di giorni e non di settimane”. (askanews)

Condividi